Programma Caritas 2020-2021 - Parrocchia San Giuseppe Manfredonia

71043 - Manfredonia FG Via Dei Veneziani snc
Parrocchia San Giuseppe
Vai ai contenuti

Programma Caritas 2020-2021

Pastorale > Caritas
I Sogni, realtà in attesa di coraggio.
Sussidio per l'animazione pastorale per l'anno 2020-2021.
CARITAS | 04/10/2020


Il sogno di Dio
Quest’anno parliamo di sogni, di grandi sogni. Una sfida che raccogliamo con fiducia, lavorando a questo programma pastorale proprio nella XXVII Domenica del Tempo Ordinario (Anno A): la Domenica del sogno, del grande sogno di Dio: la Sua Vigna!

Attraverso questa immagine, Dio sogna una umanità viva, capace di vedere i segni della sua cura attenta, scrupolosa, amorevole, paterna ed accoglierli con gioia ed umiltà, lavorarci, usarli bene, farli fruttificare, godere dei loro frutti.

E il Padre attende, aspetta con pazienza che l’uomo abbracci con coraggio la Sua storia d’amore, che non si concluderà con un fallimento, ma con una vigna viva e una ripartenza fiduciosa. E il sogno di Dio avanza, niente lo arresta: “La vigna darà il suo frutto, perché c'è ancora chi saprà difenderla e farla fruttificare. Ci sono, stanno sorgendo, nascono dovunque, e Lui sa vederli, vignaioli bravi che custodiscono la vigna anziché depredarla, che servono l'umanità anziché servirsene. I custodi della fecondità. Nella vigna di Dio è il bene che revoca il male. La vendemmia di domani sarà più importante del tradimento di ieri. I grappoli gonfi di succo e di sole riscatteranno anche la sterilità di questi nostri inverni in ansia di luce.” (Ermes Ronchi), perché il sogno di Dio è una realtà in attesa di coraggio!

Il sogno Diocesano
Padre Franco Moscone, nelle sue Linee Pastorali 2020-2021, dal titolo:”Amato Gargano! …per continuare ad EDUCARE generando nella Misericordia”, afferma:”Una Chiesa che non sogna è una Chiesa stanca, ripiegata su se stessa, prigioniera dell’ordine esistente, che si illude di essere viva, ma sa solo guardarsi allo specchio …”

“La Sacra Scrittura”, scrive ancora il Vescovo, “invita a più riprese a vivere i sogni di Dio. Essi giungono all’uomo attraverso tante mediazioni e insospettabili strumenti: sia mediante l’ascolto costante e attento della Parola di Dio, sia intercettando la voce, che spesso si fa grido e sconforto, di coloro nei quali Gesù ha deciso di nascondersi, gli ultimi, i poveri, gli ammalati, gli emarginati.”

Padre Franco, nella sua lettera, riprende e rilancia l’invito a sognare che Papa Francesco ci ha consegnato nell’Esortazione apostolica “Querida Amazonia”: un sogno declinato nelle sue quattro dimensioni:

Sociale: lottare per i diritti dei più poveri.
Culturale: difendere la ricchezza culturale.
Ecologica: custodire gelosamente l’irresistibile bellezza.
Ecclesiale: comunità cristiane capaci di impegnarsi e di incarnarsi.

A tutti, buon lavoro!

Torna ai contenuti