Beati i puri di cuore - Parrocchia San Giuseppe Manfredonia

71043 - Manfredonia FG Via Dei Veneziani snc
Parrocchia San Giuseppe
Parrocchia San Giuseppe
Parrocchia San Giuseppe
Vai ai contenuti
7 aprile - 7° Incontro:
"Beati i puri di cuore, perchè vedranno Dio" (Mt 5,8)
Il cuore nella Bibbia è la sede dei sentimenti, dei pensieri, dei progetti e delle decisioni. È debole, fallace e cade facilmente nella doppiezza. Solo Dio lo può conoscere.
CARITAS | 13/02/2022

Lettura della parola di Dio (I dieci lebbrosi)
DAL VANGELO DI LUCA 17, 11-19
Lungo il cammino verso Gerusalemme, Gesù attraversava la Samaria e la Galilea. Entrando in un villaggio, gli vennero incontro dieci lebbrosi, che si fermarono a distanza e dissero ad alta voce: «Gesù, maestro, abbi pietà di noi!». Appena li vide, Gesù disse loro: «Andate a presentarvi ai sacerdoti». E mentre essi andavano, furono purificati. Uno di loro, vedendosi guarito, tornò indietro lodando Dio a gran voce, e si prostrò davanti a Gesù, ai suoi piedi, per ringraziarlo. Era un Samaritano. Ma Gesù osservò: «Non ne sono stati purificati dieci? E gli altri nove dove sono? Non si è trovato nessuno che tornasse indietro a rendere gloria a Dio, all'infuori di questo straniero?». E gli disse: «Àlzati e va'; la tua fede ti ha salvato!».

Domande per la consultazione sinodale
La lebbra diventa l’occasione per un incontro personale con Cristo che guarisce il cuore. Gesù che sana e salva ci dona un cuore nuovo, purificato dall’abbraccio della misericordia, un cuore capace di lodare Dio perché lo riconosce presente nel mondo, come il lebbroso che in Gesù riconosce la presenza di Dio. Anche noi, una volta che il Signore ci ha purificato il cuore, lo vediamo presente nel mondo, accanto ad ogni uomo, mentre agisce nella potenza dello Spirito per realizzare il suo regno; anche noi, come il lebbroso guarito, sentiamo il desiderio di lodare e testimoniare il suo amore.

  1. Sentiamo il desiderio della missione, della testimonianza umile ma coraggiosa della fede, lì dove viviamo: nel quartiere, nel posto di lavoro, in famiglia?
  2. Viviamo i nostri impegni quotidiani in una logica di “missione personale”? Come contribuiamo concretamente alla missione della Chiesa nei suoi vari ambiti (annuncio, carità, educazione dei ragazzi, impegno sociale e politico, dialogo con tutti per…)?
  3. I cammini di fede in parrocchia sostengono il nostro impegno nel mondo? O ci sentiamo lasciati soli ad affrontare i problemi e le difficoltà che la testimonianza cristiana nel mondo comporta?

Preghiera conclusiva (Sal 103,1-8)
Benedici il Signore, anima mia,
quanto è in me benedica il suo santo nome.
Benedici il Signore, anima mia,
non dimenticare tutti i suoi benefici.
Egli perdona tutte le tue colpe, guarisce tutte le tue infermità,
salva dalla fossa la tua vita, ti circonda di bontà e misericordia,
sazia di beni la tua vecchiaia, si rinnova come aquila la tua giovinezza.
Il Signore compie cose giuste, difende i diritti di tutti gli oppressi.
Ha fatto conoscere a Mosè le sue vie, le sue opere ai figli d’Israele.
Misericordioso e pietoso è il Signore, lento all’ira e grande nell’amore.

Torna ai contenuti